SALUTI AD IONTA

Questa Organizzazione Sindacale, nel porgerle un deferente saluto nel momento in cui la S.V. si appresta a lasciare l’ Amministrazione Penitenziaria, deve tuttavia rilevare che nessun commiato è stato espresso nei confronti di tutti gli operatori del Comparto Ministeri. Ancora una volta dobbiamo dolorosamente rilevare che il loro lavoro in silenzio e in grande difficoltà per la mancanza di mezzi, di personale e di considerazione non viene tenuto in alcun conto, anche se la loro opera è indispensabile e di grande valore per il Penitenziario tutto.

 

L’accenno alle “componenti dell’Amministrazione” non può bastare, quando si sono ringraziati financo i volontari. Questi ultimi sicuramente meritano ogni considerazione perché è grazie a loro che si riesce a mandare avanti il carcere nelle attuali condizioni.

 

La dichiarazione di stima dovuta alla circostanza che ella ha conosciuto “ gli uomini e le donne della Polizia penitenziaria” e di averne apprezzato il loro valore è sicuramente un giusto riconoscimento a chi ogni giorno si sacrifica per l’Istituzione, ma durante le sue visite quanti ragionieri, assistenti sociali, educatori ella ha conosciuto? e cosa sa delle loro problematiche per poterne apprezzare la professionalità ed senso del dovere?

 

 

 

Non ce ne voglia per la nostra schiettezza, ma era doveroso sottolineare che una parte importante dell’Amministrazione non può essere liquidata con un “grazie alle varie componenti del mondo penitenziario…..”.

 

 

 

Da parte nostra le auguriamo un futuro pieno di soddisfazioni personali e professionali.

 

 

 

Buon lavoro e grazie per il suo impegno

 

 

 

P. IL COORDINAMENTO USB PENITENZIARI

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni