[PENITENZIARI] MOBILITA’ SI MUOVE QUALCOSA?

Roma -

Si è svolta oggi la prevista riunione sulla mobilità, l'amministrazione ha fornito preventivamente una bozza di accordo, che alleghiamo a questo comunicato, su cui si svolgeranno le prossime riunioni il 9, il 16 e il 23 settembre. La USB PI Penitenziari ha salutato, di nuovo, con piacere, questa fase nuova e proficua delle relazioni sindacali in cui sia ieri, sul nuovo modello custodiale che oggi, sulla mobilità, le OO.SS. del comparto funzioni centrali sono state coinvolte.

Il nuovo accordo deve essere adeguato alle mutate esigenze del personale rispetto al 2009, anche perchè il vecchio accordo è stato completamente disatteso per quanto riguarda l’indizione degli interpelli ordinari, i lavoratori del DAP hanno subito un’ingiustizia, di interpelli ordinari non ne hanno visto neppure l’ombra.

Per la USB è necessario rinnovare presto l’accordo, è meglio un buon accordo fatto in modo tempestivo che un ottimo accordo fatto dopo un anno di trattative.

Poichè poi bisogna considerare per l’interpello ordinario, l’indizione, il tempo delle domande e della definizione della graduatoria l’invito che la USB ha fatto al tavolo è di essere fruttuosi e veloci nel rinnovo.

Di seguito elenchiamo le osservazioni rilevate dalla lettura della prima bozza fornita:

  • Articolo 8: bisogna chiarire se i punteggi si sommano o alcuni di essi siano mutuamente esclusivi e scriverlo nell’accordo per chiarezza e trasparenza di tutti.
  • Abbassare il punteggio dato ai distaccati a 0,2, come per le sedi disagiate. Se un lavoratore è distaccato per motivi sanitari (invalidità, 104, ecc) è già tutelato in altri ambiti dell’accordo, mentre dare un punto significa tutelare alla fine solo coloro che per altri motivi, avendo i “santi in paradiso” probabilmente, sono distaccati nell’ufficio sotto casa.
  • Articolo 9: dove dice i punteggi per i casi f, g, h in realtà l’elenco a cui si riferisce è numerico.
  • Ricorso avverso le graduatorie: dare dieci giorni lavorativi al personale per meglio confezionare il ricorso o le osservazioni alle graduatorie.
  • Manca lo scambio di ufficio: come nell'accordo del DOG, dove addirittura è stato posto un termine di 45 gg per dare una risposta ai lavoratori.

Le prossime riunioni si svolgeranno analizzando articolo per articolo l’accordo. Lo ribadiamo è necessario fare presto e bene. Vi terremo informati delle prossime bozze che perverranno e delle riunioni.

 

Questo sito usa i cookie

Questo sito usa cookie tecnici e cookie per effettuare statistiche sulla navigazione. Procedendo nella navigazione accetti implicitamente l'uso dei cookie. In alternativa puoi selezionare una delle opzioni qui sotto. I cookie tecnici saranno utilizzati in ogni caso.