La RdB Penitenziari, denuncia l'Amministrazione per la sottoscrizione del Nuovo contratto Integrativo.

Roma -

Come avevamo annunciato abbiamo impugnato il Contratto integrativo, firmato soltanto da SAG e CISL, al giudice del lavoro di Roma, parimenti abbiamo chiesto la condanna dell’Amministrazione Penitenziaria per atteggiamento antisindacale, ai sensi dell’art.28 della legge 300/70.

Vi inviamo il testo della denuncia, al quale vi invitiamo a dare la massima pubblicità, nella considerazione che solo l’RdB ha presentato la denuncia.

Inoltre stiamo predisponendo una raccolta di firme, insieme alle altre O.S. che non hanno firmato il contratto, per chiedere al Ministro ed al Capo del Dipartimento la revoca del Contratto integrativo perché è al ribasso per i lavoratori, è fortemente penalizzante per molte figure professionali, mortifica – nei contenuti le varie figure professionali misconoscendo i contenuti del lavoro dei singoli operatori

Viene contrabbandata come “grande conquista” la possibilità di passaggi all’interno delle aree, che vedrà coinvolti solo 2500 unità di personale circa, per un incremento di stipendio minimo. E nel calcolo dei titoli di studio e di servizio sono stati volutamente omessi alcuni titoli assolutamente significativi per le varie professionalità presenti nel DAP, con lo scopo di favorire chi quei titoli non li ha.

 

I LAVORATORI DEVONO SAPERE CHI FA I LORO INTERESSI E CHI FA I PROPRI……..

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni