Incontro del 26 Giugno: D.M. Istitutivo dei nuclei di Pol. Pen. presso gli UIEPE/UEPE. @usbsindacato

Roma -

In occasione dell'incontro del 26 giugno, la USB P.I. ha ribadito la propria forte contrarietà e perplessità in merito alla bozza di decreto per nulla chiaro rispetto ai compiti che la Pol. Pen. dovrebbe svolgere negli UEPE. In particolare è stato evidenziato, nell'intervento della USB P.I., che si continua a confondere l'attività di vigilanza con quella assegnata dalla legge esercitata dagli assistenti sociali con gli strumenti che caratterizzano la professione, garantendo sicurezza sociale, tale che i tassi di recidiva sono stati sempre molto bassi, anche adesso che gli UEPE, sempre più senza strumenti e risorse, sono al collasso.

Si è inoltre sottolineato che nella confusione totale emerge anche il tentativo di traslare il modello carcerario sul territorio smantellando di fatto l'attività di rieducazione e di recupero.

Il DM prevede l'istituzione dei commissariati, per qualche “oscuro” fine e comunque non chiaro a nessuno, la USB ha chiesto che vengano quindi rivisti i punti che incidono sullo specifico professionale dell'assistente sociale in relazione alle indagini sociali e al controllo dei soggetti in esecuzione penale esterna, come previsto dall'art. 2 punto 5 e dall'art. 3 punti 5 e 7 della bozza di decreto.

La parte pubblica si è dichiarata disponibile a fare eventuali ulteriori modifiche al testo accogliendo le osservazioni dei sindacati presenti da trasmettere entro l'8 luglio prossimo.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni