[DGMC] Posizioni organizzative negli UEPE...a costo zero !!!!

Roma -

Il giorno 11 gennaio 2018, presso il Dipartimento di Giustizia Minorile e di Comunità, a Roma, si è tenuto l'incontro sindacale, convocato dall'Amministrazione, con oggetto: “Individuazione dei criteri per la nomina dei funzionari ex art.13, co. 7 DM 23 febbraio 2017”.

Per la Parte Pubblica erano presenti il dott. Starita, la dott.ssa Castellano ed il dott. Petralla.

In premessa USB, ancor prima che si aprisse la discussione sui criteri indicati dall'Amministrazione ed inviati a ridosso dell'incontro, senza poterne fare, quindi, un confronto preliminare con gli iscritti, ha chiesto di conoscere quale compenso verrà attribuito a queste posizioni organizzative, poiché non chiaramente indicato.

L'Amministrazione ha sottolineato che, allo stato, nessun compenso è previsto e che sarà una partita da giocarsi a livello di FUA.

Pertanto USB invita i lavoratori ad aver chiaro che a coloro i quali intendessero aderire all'interpello, come al solito, non verrà , al momento corrisposto alcunché , ma soprattutto che, se verrà in futuro riconosciuta loro una cifra con il FUA, sarà con il denaro sottratto, dall'Amministrazione, agli altri lavoratori.

USB ha, inoltre, chiesto che l'attribuzione di dette posizioni organizzative, abbiano una scadenza triennale, in modo tale che, ciascun lavoratore, in possesso dei requisiti richiesti, possa ,nel tempo, partecipare all'interpello , sperimentandosi a livello personale e professionale, nonché l'Amministrazione potrà avvalersi, negli anni, di un numero maggiormente ampio di funzionari capaci e motivati alla funzione richiesta.

Nel merito dei criteri, USB ha fatto richiesta che l'anzianità in servizio ed eventualmente nel ruolo messo ad interpello, non abbia un peso sperequativo rispetto a criteri legati alla formazione professionale, nonché che la parte valutativa che verrà effettuata dal Dirigente, venga maggiormente e più chiaramente declinata, al fine di ridurre e contenere il più possibile la discrezionalità nella scelta.

 

 

 

Si è chiesto, inoltre, che venga tolto il criterio legato alla riqualificazione, in quanto una gran parte di lavoratori ne rimarrebbe fuori, non avendone potuto fruire, non per loro volontà , ma in quanto l'Amministrazione non ha predisposto, allo stato, ulteriori percorsi in merito.

La Parte Pubblica ha assunto l'impegno, che le compete, di inviare alle OO.SS. una nuova bozza relativa ai criteri, modificati ed integrati, così come da discussione.

USB si riserva di valutare, la firma o meno dell'accordo.

L'Amministrazione ha comunicato, alla chiusura dell'incontro, che entro il 10 febbraio 2018 indirà il concorso per 296 tra funzionari di servizio sociale, funzionari giuridico-pedagoci e mediatori culturali. Gli esperti di servizio sociale che già operano negli UEPE ed UIEPE, avranno titoli di riconoscimento da poter presentare, qualora decidessero di aderire al concorso suddetto.

Il concorso sarà bandito a livello nazionale, e, nelle more del percorso concorsuale, l'Amministrazione, provvederà ,  come da impegno assunto con le OO.SS. , a procedere con la mobilità per il personale a cui interessi.

Inoltre, con l'inizio di febbraio 2018, prenderanno servizio 28 /30 Funzionari di servizio sociale, provenienti dalla graduatoria dell'INAIL. .

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni