[DAP] MOBILITA’: ANCORA AI BOX

Roma -

Si è svolta giovedì la prevista riunione sulla mobilità con una settimana di ritardo rispetto a quanto preventivato. La USB PI Penitenziari è interessata a definire quanto prima un accordo che permetta lo spostamento dei lavoratori, da troppo tempo in attesa.

Preliminarmente quindi la USB ha chiesto che il primo interpello venga bandito indipendentemente dal termine del 31 ottobre, predisponendo una norma transitoria in tal senso che appena dopo la definizione e sottoscrizione dell’accordo permetta di far uscire il bando.

Nel corso della riunione si sono esaminati gli articoli dal tre al sette della bozza di accordo.

Le nostre osservazioni sono state le seguenti:

  • Art. 3: al comma tre deve essere abbassato ad un anno il vincolo di permanenza dei vincitori alla sede assegnata, nel senso che laddove un vincitore di interpello voglia andare via dalla sede assegnata, può farlo già dopo un anno. La situazione particolare degli uffici e i mancati interpelli da 10 anni rendono quest’abbassamento coerente.

  • Art 5: al comma 2 la USB ha chiesto che il reclamo da parte dei concorrenti avverso la graduatoria sia inviato con il protocollo informatico “calliope” dalla segreteria di appartenenza in modo che rimanga traccia.

  • Art 7: la USB non è d’accordo sul fatto che l’Amministrazione possa differire autonomamente la presa di possesso di un vincitore per sei mesi.

L’amministrazione dal canto suo si riserva di riflettere sulle proposte della USB rispetto all’art. 3 ed è d’accordo sulle modifiche agli art. 5 e 7.

Vi terremo informati delle prossime bozze che perverranno e delle riunioni.

Questo sito usa i cookie

Questo sito usa cookie tecnici e cookie per effettuare statistiche sulla navigazione. Procedendo nella navigazione accetti implicitamente l'uso dei cookie. In alternativa puoi selezionare una delle opzioni qui sotto. I cookie tecnici saranno utilizzati in ogni caso.